Pompa di calore

Questa tecnologia garantisce il fabbisogno di acqua calda sanitaria e riscaldamento per soluzioni abitative mono o plurifamiliari. Una soluzione che permette di risparmiare anche sulla bolletta renderdo più efficiente l'impianto di casa e allo stesso tempo più ecocompatibile.

I vantaggi

Il sistema a pompa di calore prende energia naturale dal terreno, dall’acqua del sottosuolo o dall’aria e comporta notevoli risparmi sulle spese di riscaldamento. Qusta tecnologia non produce emissioni e funziona anche a basse temperature. La pompa di calore assorbe dall’ambiente fino al 75% dell’energia richiesta. Solo il 25% dell’energia deve essere aggiunto sottoforma di elettricità. Questa energia fornisce la potenza per il funzionamento della pompa di calore. Questo tipo di soluzione è particolarmente adatta con l’utilizzo di pannelli radianti a pavimento e termosifoni a basse temperature di superficie.

I vantaggi del sistema a pompa di calore di Vaillant:

  • L’utilizzo di fonti energetiche naturali
  • Privo di emissioni
  • Efficiente: fino al 75% di energia viene dall’ambiente, soltanto il 25% deve essere aggiunto sottoforma di elettricità
  • Può essere utilizzato anche per raffrescare in estate
  • Una soluzione ad alto valore, semplice da usare e a bassa manutenzione
  • Tecnologia a lunga durata

Come funziona una pompa di calore

La tecnologia della pompa di calore lavora sul principio contrario a quello della refrigerazione. Mentre un refrigerante trasferisce calore dall’interno all’esterno, la pompa di calore estrae il calore dall’ambiente e lo trasferisce. Il calore delle acque del sottosuolo, delle terra o dell’atmosfera è assorbito tramite una refrigerante e utilizzato per il riscaldamento di casa.

Il funzionamento della pompa di calore è composto da un ciclo di 4 fasi:

  1. Evaporazione - L'elemento refrigerante assorbe l’energia calda dell’ambiente circostante. Nel fare questo cambia in stato gassoso, vista la bassa temperatura di evaporazione del refrigerante.
  2. Compressione - Il vapore risultante è compresso utilizzando un compressore. Le molecole del gas si strofinano l’una contro l’altra aumentando la pressione in uno spazio limitato. Questo produce alte temperature che sono utilizzate per il circuito di riscaldamento.
  3. Liquefazione - Nella terza fase il gas bollente fa salire il suo calore fino al sistema di riscaldamento. Il refrigerante diventa di nuovo liquido.
  4. Rilascio - Infine una valvola di espansione riduce la pressione generate nella fase 2 così che il refrigerante assorbe di nuovo il calore dell’ambiente ed il processo riparte.

Video sul funzionamento della pompa di calore Vaillant

Come funzione il raffrescamento con la pompa di calore

Le pompe di calore di Vaillant possono essere anche usate per reffrescare la casa durante i periodi più caldi dell'anno. In caso di sistemi terra/acqua, il calore è estratto grazie ai pannelli radianti a pavimento e poi scaricato tramite il collettore nel terreno.

A seconda delle esigenze di raffrescamento e del sistema di alimentazione già esistente, è possibile scegliere il raffrescamento attivo o passivo.

Il raffrescamento attivo

Con l’inversione attiva del circuito di riscaldamento, la pompa di calore può essere utilizzata come modulo di raffrescamento in estate. Il calore estratto dal sistema di riscaldamento è poi attivamente trasferito alla fonte di calore – cioè il terreno tramite un compressore.

Il primo condensatore funziona come evaporatore durante il raffreddamento. Trasferisce il calore della stanza al refrigerante. Il refrigerante gassoso è poi portato nel condensatore e da lì allo scambiatore di calore che rilascia il calore estratto dal pavimento delle stanze.

Raffrescamento passivo

Se durante i mesi estivi le temperature ambiente superano quelle della fonte energetica, le pompe di calore possono operare come “raffrescanti naturali”. E’ abbastanza facile eseguire questa funzione dal punto di vista tecnico.

Con il “raffrescamento naturale” la pompa del circuito primario è accesa mentre il condensatore non funziona. Il fluido termovettore ad esempio l’acqua salmastra viene portata allo scambiatore di calore. Lì viene in contatto con l’acqua di riscaldamento che è a temperatura ambiente, ed è stata trasportata tramite il circuito della pompa di calore.

Le temperature di questi 2 fluidi sono ora portate allo stesso livello. L’acqua di riscaldamento raffreddata circola poi nel sistema di riscaldamento estraendo calore dalle stanze.

Il sistema passivo consente il risparmio di energia elettrica-l’attivo è più efficiente

Entrambi i metodi, l’attivo così come il passivo, consentono la produzione dell’acqua calda sanitaria. Il raffreddamento passivo consente di risparmiare molte energia elettrica visto il basso consumo di energia richiesto soltanto per i circolatori. Tuttavia ci sono alcune osservazioni in merito alla prestazione ed efficienza in caso di metodo passivo. Soprattutto alla fine dell’estate il terreno ha immagazzinato una grande quantità di calore. Come esito l’uscita di raffreddamento di questo fluido di scambio diminuirà.

Una funzione di raffreddamento è disponibile per alcune delle nostre pompe di calore.

Per saperne di più sulle nostre pompe di calore con funzione di raffreddamento.

Il giusto sistema di riscaldamento

Non c’è una soluzione standard quando si è alla ricerca del sistema giusto di pompe di calore, ma non è difficile trovare quello che meglio risponda alle vostre necessità. Parlatene con gli specialisti del riscaldamento del gruppo Vaillant. Possono assistervi nel progettare il migliore sistema di riscaldamento.

Pompe di calore terra/acqua

Pompe di calore acqua/acqua

Pompe di calore aria/acqua

Energia ambientale