Com’è una caldaia per esterni?

La necessità di maggiore spazio all'interno delle nostre abitazioni è un'esigenza tipicamente moderna. La diminuzione delle dimensioni delle attuali unità abitative ha reso necessario lo sviluppo di nuove soluzioni per installare gli apparecchi in luoghi non utilizzati, come ad esempio i balconi.

Le caldaie per esterno soddisfano proprio questa necessità, garantendo il medesimo livello di comfort, sicurezza e affidabilità delle tradizionali caldaie a gas per interni. Studiate per essere installate all'esterno degli ambienti abitati, in luoghi protetti dalla pioggia diretta, sono realizzate con materiali particolarmente resistenti in grado di resistere all'azione logorante dell'umidità, del gelo e delle altre condizioni climatiche avverse.

La protezione contro le intemperie viene completata da particolari accorgimenti antivento, che assicurano il corretto funzionamento della caldaia nelle normali condizioni meteorologiche di tutto l'anno.

I sistemi di protezione contro il gelo che agiscono sia sul lato riscaldamento sia sul lato sanitario garantiscono un normale funzionamento dell'apparecchio fino a temperature esterne di - 10 °C preservando la caldaia e anche l'ambiente in cui è presente l’impianto di riscaldamento.

In caso di abbassamento della temperatura esterna con il rischio di gelo, viene attivata la pompa di circolazione e, solo se necessario, il bruciatore.

Le caldaie per esterno possono essere comodamente gestite dall'interno dell'abitazione grazie agli evoluti sistemi di termoregolazione a controllo remoto.

Torna a Domande Frequenti sul riscaldamento