Cerca
Richiedi un preventivo

Sistemi di riscaldamento a gas VS a elettricità - Il confronto

Le innovazioni degli ultimi anni hanno portato sempre più persone a chiedersi se sia meglio utilizzare il riscaldamento a gas o il riscaldamento elettrico. Si tratta di una domanda complessa, dato che sono molte le caratteristiche dei due sistemi da prendere in considerazione. In questo articolo, verranno messe a confronto le due tecnologie e, grazie ai consigli di Vaillant, potrai trovare la soluzione più adatta alle tue esigenze.

Caldaia tradizionale e caldaia a condensazione

Tra i sistemi a gas utilizzati per il riscaldamento domestico si distinguono le caldaie a gas tradizionali e le caldaie a condensazione. Entrambi i sistemi sono progettati per generare calore, tuttavia si differenziano per il principio di funzionamento.

Il riscaldamento a gas si avvale principalmente del gas metano per produrre calore, tuttavia esistono anche caldaie a GPL, utilizzate in ambienti non raggiunti dalla rete nazionale del trasporto del gas metano. Questa tipologia di impianto sfrutta la combustione del gas per generare l’energia necessaria a riscaldare l’acqua che alimenta i termosifoni o altri sistemi, come i pannelli radianti a pavimento. Il gas viene introdotto nella caldaia attraverso una valvola e poi bruciato all’interno della camera di combustione. Qui, uno scambiatore di calore preleva l’energia termica prodotta dalla combustione e la utilizza successivamente per scaldare l’acqua che alimenta l’intero impianto.

Rispetto alle caldaie a gas tradizionali, la caldaia a condensazione si differenzia invece per la sua capacità di recuperare il calore contenuto nei fumi di scarico, consentendo un utilizzo più efficiente del combustibile. Questa funzionalità permette di produrre minori emissioni di sostanze inquinanti nell’ambiente, costituendo così una soluzione più ecologica. L’efficienza superiore si traduce inoltre in un minor consumo di combustibile, e in un conseguente risparmio energetico a lungo termine.

Esplora l’ampia gamma di caldaie a condensazione Vaillant e rendi il tuo sistema di riscaldamento più sostenibile per l’ambiente.

Vantaggi e svantaggi del riscaldamento a gas

I vantaggi che il riscaldamento a gas può offrire sono:

  • Investimento iniziale contenuto: se paragonato a quello richiesto per un impianto con pompa di calore elettrica (sebbene la valutazione debba considerare anche l'efficienza e i costi a lungo termine).
  • Prestazioni eccellenti con qualsiasi temperatura: il riscaldamento a gas è un’ottima soluzione per zone soggette a inverni rigidi in quanto si dimostra efficace anche in ambienti caratterizzati da temperature estremamente basse.
  • Dimensioni compatte: la caldaia richiede uno spazio minimo ed è quindi ideale per chi vive in un appartamento piccolo.

Questo tipo di impianto, tuttavia, presenta anche qualche svantaggio:

  • Prezzo del gas: essendo alimentato da un’unica fonte energetica - il gas - l'impianto è inevitabilmente legato all’andamento del prezzo di mercato di questa materia prima.
  • Per questo è ancora più importante installare un impianto altamente efficiente.
  • Impatto ambientale: le emissioni di gas metano, seppure in modo notevolmente inferiore rispetto a quelle causate da petrolio e carbone, hanno un impatto maggiore sull’ambiente rispetto agli impianti elettrici. Anche in questo caso un impianto di riscaldamento a gas efficiente può fare la differenza, riducendo consumi ed emissioni.
  • Disponibilità del carburante: la disponibilità del metano non è uniforme su tutto il territorio nazionale, limitando la sua adozione in determinate aree geografiche.

Sistemi di riscaldamento elettrici

Se desideri riscaldare casa senza il gas, e ridurre il tuo impatto ambientale, puoi optare per un impianto elettrico con pompe di calore.

Pompe di calore per riscaldamento

Il funzionamento della pompa di calore si basa sul trasferimento di calore da una sorgente più fredda a una più calda: questo è possibile grazie a un ciclo termodinamico alimentato con energia elettrica. Le pompe di calore sono categorizzate in base al tipo di fluido fra cui avviene lo scambio di calore: le pompe di calore aria-acqua, per esempio, “spostano” il calore dall’aria presente fuori casa all’acqua presente nell’impianto domestico (in circolo, per esempio, nei termosifoni oppure nel pavimento radiante, che caratterizza il sistema di riscaldamento a pavimento). Rispetto ad una caldaia tradizionale questo comporta un minor impatto ambientale, in quanto non si bruciano combustibili fossili direttamente per generare calore, riducendo così le emissioni di gas serra e inquinanti atmosferici. Inoltre, dal punto di vista economico, l'utilizzo della pompa di calore elettrica risulta meno oneroso e potrebbe portare a un risparmio sui costi energetici a lungo termine in quanto è in grado di offrire una maggior efficienza, a condizione che l’impianto sia correttamente dimensionato e che le condizioni di funzionamento siano favorevoli.

Il parametro che indica l’efficienza del riscaldamento di una pompa di calore si chiama COP (Coefficient of performance) rappresenta il rapporto fra l’energia termica rilasciata per scaldare l’ambiente e l’energia elettrica assorbita dal dispositivo. Questo valore non è univoco ma dipende dalle condizioni di funzionamento. Una pompa di calore performante ha un COP fra 3,5 e 4,5 e può raggiungere anche un valore di 5 nei modelli di ultima generazione: questo significa che per 1 kWh di energia elettrica assorbita la macchina eroga fino a 5 kWh di energia termica in ambiente domestico.

Esplora la gamma di pompe di calore Vaillant e rendi il tuo sistema di riscaldamento più sostenibile per l’ambiente.

Termoarredo elettrico e altre soluzioni: cosa sono e perché non sono adatte per riscaldare la casa

Il termoarredo elettrico è una soluzione versatile nel campo dell’arredamento.

Questo tipo di soluzione è costituita da una resistenza elettrica a serpentina che riscalda un liquido termovettore e si alimenta collegandola direttamente a una presa elettrica.

Possono essere a parete (se fissati stabilmente a un muro) oppure a bandiera (se collegati a un altro corpo che funge da perno e ne consente la rotazione a 180°).

Si tratta di dispositivi la cui funzione è asciugare più velocemente tovagliette e asciugamani, ideali quindi per l'uso in ambienti come il bagno, e non sono adatti a riscaldare un ambiente in modo efficace ed efficiente.

Vantaggi e svantaggi del riscaldamento elettrico

L’unica vera soluzione impiantistica di riscaldamento elettrico è rappresentata quindi dalle pompe di calore e offre vantaggi interessanti, tra cui:

  • Risparmio economico: se integrato con pannelli solari e utilizzato in maniera ottimale, l'impianto può contribuire a ridurre l'impatto sulle bollette, offrendo un notevole risparmio economico, soprattutto in abbinamento a un impianto fotovoltaico.
  • Impatto ambientale: non utilizzando combustibili fossili, la pompa di calore, se alimentata da fonti rinnovabili, si presenta come la scelta più ecologica, riducendo in modo considerevole l'impatto ambientale.

Anche in questo caso, vi sono però aspetti da tenere in considerazione:

  • Dimensioni: la pompa di calore è un sistema meno compatto delle caldaie murali e per la produzione di acqua calda sanitaria è sempre necessario installare un bollitore di supporto.
  • Potenza contatore: la maggior parte delle abitazioni è dotata di un contatore da 3 kW, una potenza insufficiente se si vuole integrare nell’impianto domestico un sistema in pompa di calore. Questa, infatti, può essere considerata a tutti gli effetti come un elettrodomestico ed il suo assorbimento elettrico è tanto maggiore quanto più è scarso l’isolamento della casa. Se l’assorbimento elettrico istantaneo (potenza) dell’utenza supera la capacità del contatore, questo interrompe l’erogazione della corrente creando potenziali disagi. Prima di procedere con l’istallazione di una pompa di calore, per limitare i consumi e la potenza richiesta al contatore, è consigliabile procedere con l’isolamento dell’involucro domestico se questo non dovesse essere già presente.

Considerazioni finali

Non esiste un sistema oggettivamente migliore dell’altro: per fare la scelta giusta è necessario considerare numerosi elementi. Per individuare la tipologia di riscaldamento più adatta alle tue esigenze abitative, è fondamentale consultare un professionista esperto nel settore che sarà in grado di valutare attentamente le caratteristiche dell’abitazione, tenendo conto di fattori cruciali come le dimensioni e l’isolamento dell'edificio, la sua collocazione geografica e le tue specifiche necessità. Inoltre, potrà fornirti informazioni dettagliate riguardo alle ultime tecnologie disponibili sul mercato e alle soluzioni più efficienti dal punto di vista energetico. Rivolgendoti a un consulente professionista, avrai la possibilità di prendere una decisione informata e consapevole, garantendoti un sistema di riscaldamento ottimale per il tuo comfort abitativo e per il risparmio energetico a lungo termine.

Se già da tempo pensavi di sostituire o migliorare il tuo impianto di riscaldamento, forse ora è il momento giusto.

Non esitare a richiedere una consulenza gratuita e senza impegno. Un nostro consulente ti ricontatterà per fornirti tutti i chiarimenti necessari e per programmare un sopralluogo nella tua abitazione.