Cerca
Richiedi un preventivo

Prezzo pompe di calore: cosa incide sul costo finale e quali incentivi sono disponibili?

Le pompe di calore sono diventate una soluzione sempre più popolare per il riscaldamento e il raffrescamento degli ambienti, grazie alla loro efficienza energetica e al contributo alla riduzione delle emissioni di gas serra.

Il costo iniziale di acquisto e installazione di una pompa di calore può variare notevolmente in base a diversi elementi chiave. In questo articolo esamineremo attentamente i principali fattori che influenzano il costo finale di questi sistemi e le possibili agevolazioni per ridurlo.

Prezzi delle pompe di calore: cosa incide sul costo finale?

Tipo di tecnologia utilizzata

Esistono diversi tipi di tecnologie utilizzate nelle pompe di calore, tra cui:

  • aria-aria
  • aria-acqua
  • acqua-acqua
  • geotermiche.

Vediamole più nel dettaglio, anche al fine di meglio comprendere le differenze di prezzo esistenti tra le varie tipologie.

Pompa di calore aria-aria

La pompa di calore aria-aria preleva calore dall'aria esterna e lo trasferisce all'interno degli ambienti, utilizzando ancora l'aria come mezzo di trasferimento. Questa tecnologia risulta altamente efficiente e particolarmente adatta per climi caldi.

Pompa di calore aria-acqua

La pompa di calore aria-acqua preleva calore dall'aria esterna e lo utilizza per riscaldare (o raffreddare) l'acqua tecnica. Impiegata sia per il riscaldamento degli ambienti che per la produzione di acqua calda sanitaria, questa tecnologia permette di ottenere un risparmio considerevole sui costi delle bollette.

Pompa di calore acqua-acqua

La pompa di calore acqua-acqua preleva energia termica dall'acqua di falda e la utilizza per generare acqua calda destinata all'uso tecnico.

Questa opzione presenta costi più elevati rispetto alle precedenti ma con il vantaggio di sfruttare una fonte fredda caratterizzata da temperature costanti durante tutto l'anno - anche in pieno inverno - generalmente comprese tra gli 8 e i 12 °C. Questa costanza termica assicura efficienze tendenzialmente più elevate nel funzionamento del sistema.

Pompa di calore geotermica

Utilizzando la pompa di calore geotermica, l'energia viene estratta dal sottosuolo e impiegata per riscaldare l'acqua tecnica.

Anche adottare questa soluzione comporta costi iniziali più alti rispetto ad altri sistemi, tuttavia permette di beneficiare di temperature del terreno costanti e generalmente elevate (quindi maggiore efficienza) per produrre calore e acqua calda sanitaria.

La temperatura e la stabilità dipendono dalla profondità in cui è posizionata la sonda per lo scambio termico con il terreno: maggiore è la profondità, più alta e costante sarà la temperatura, con valori che possono raggiungere i 13 °C a profondità di circa 100 metri.

Dimensione e capacità del sistema

La potenza della pompa di calore, misurata in kW, deve essere adeguata alla superficie dell'abitazione e alle esigenze di riscaldamento e raffrescamento. La scelta della dimensione e della capacità corrette è quindi un passaggio essenziale per assicurare prestazioni ottimali ed evitare sprechi energetici.

Anche questi aspetti hanno un impatto sul costo complessivo. Pompe di calore più grandi e più potenti tendono ad avere un costo iniziale più elevato rispetto a quelle più piccole, in quanto richiedono una maggiore quantità di materiali ed un più alto livello tecnologico per produrre il calore o il freddo desiderato.

Efficienza energetica

L'efficienza energetica è un altro fattore critico che influisce sul costo delle pompe di calore; è misurata dal coefficiente di prestazione (COP) per il riscaldamento e dall'EER (Energy Efficiency Ratio) per il raffrescamento.

Pompe di calore con un coefficiente di prestazione (COP) più elevato, che rappresenta la quantità di caldo o freddo prodotto rispetto all'energia elettrica consumata, possono avere un prezzo iniziale più alto ma offrono risparmi significativi sulle bollette energetiche nel tempo.

Un'elevata efficienza energetica, caratteristica delle pompe di calore con classe energetica A+++, si traduce, pertanto, in un minor consumo di energia e quindi in un risparmio sulle bollette.

Marchio e qualità dei componenti

Il marchio e la qualità dei componenti utilizzati nelle pompe di calore possono influenzare notevolmente il loro costo.

Marchi rinomati e componenti di alta qualità tendono ad avere un prezzo iniziale più elevato, ma offrono maggiore affidabilità, durata e prestazioni superiori nel lungo periodo.

Tra i brand più innovativi nel settore del riscaldamento e della climatizzazione Vaillant è rinomato a livello internazionale per la sua efficienza e in grado di fornire assistenza e supporto dedicati per ogni necessità.

Valutazioni preliminari per il preventivo di una pompa di calore

A tali considerazioni vanno aggiunti anche ulteriori elementi che devono essere valutati ai fini di un preventivo per l’installazione di una pompa di calore:

  • Dimensioni e caratteristiche dell'immobile: la grandezza e la struttura dell'edificio influenzano il tipo e le dimensioni della pompa di calore.
    Un edificio più grande richiede una pompa di calore più potente, il che potrebbe aumentare il costo complessivo.
  • Ubicazione dell'immobile: la posizione geografica dell'edificio può avere un impatto sul costo delle pompe di calore.
    Ad esempio, in alcune aree possono essere necessarie pompe di calore con specifiche capacità o caratteristiche per gestire condizioni climatiche estreme, come temperature molto basse o più alte della norma.
  • Classe energetica dell'edificio: gli standard di efficienza energetica dell'edificio possono influenzare il tipo di pompa di calore richiesta e, di conseguenza, il costo complessivo. Edifici più efficienti dal punto di vista energetico potrebbero richiedere pompe di calore di dimensioni inferiori o con specifiche più avanzate, il che potrebbe influenzare il prezzo.
  • Condizioni ambientali locali: alcuni fattori ambientali locali, come la presenza di vento, umidità o esposizione al sole, possono influenzare le esigenze di riscaldamento o raffreddamento dell'edificio e quindi la selezione della pompa di calore adeguata. Questo potrebbe implicare l'uso di pompe di calore con caratteristiche specifiche o componenti aggiuntivi, che potrebbero aumentarne il costo.
  • Requisiti normativi e standard locali: le normative e gli standard locali riguardanti l'efficienza energetica e le emissioni possono influenzare il tipo di pompa di calore che può essere installata.

Ad esempio, in alcune giurisdizioni potrebbero essere richieste pompe di calore con determinate certificazioni o caratteristiche, il che potrebbe influenzare il costo complessivo del sistema.

Altri elementi che possono influire sul costo finale

I costi di installazione e montaggio possono variare notevolmente anche a seconda della complessità del progetto, della posizione dell'unità e della necessità di eventuali lavori aggiuntivi, come gli scavi per il pozzo per la pompa di calore acqua-acqua o la preparazione del terreno per le pompe di calore geotermiche.

Soluzioni per ridurre i costi delle pompe di calore

Esistono diverse possibilità per ridurre il costo delle pompe di calore e renderle più accessibili.

Il panorama degli incentivi per le pompe di calore, infatti, offre numerose opportunità per coloro che mirano ad adottare soluzioni energetiche sostenibili e innovative.

Le agevolazioni fornite dal governo italiano includono:

  • l'Ecobonus al 65%;
  • il Bonus Casa al 50%;
  • il Superbonus al 70%;
  • il Conto Termico.

Tali iniziative mirano a promuovere il passaggio a sistemi di riscaldamento più efficienti ed ecologici, offrendo notevoli vantaggi economici a coloro che scelgono di investire in pompe di calore.

Esaminiamole nel dettaglio.

Ecobonus al 65%

L'Ecobonus al 65% è un vantaggio fiscale offerto a persone fisiche, aziende e enti pubblici non commerciali per le spese sostenute nella sostituzione degli impianti di riscaldamento e produzione di acqua calda sanitaria esistenti con impianti che utilizzano pompe di calore o scaldabagni a pompa di calore, oltre che con sistemi di riscaldamento ibridi.

Questa agevolazione può essere richiesta anche senza la necessità di effettuare interventi di ristrutturazione sull'edificio.

Con l’Ecobonus è possibile portare in detrazione costi fino a 46.154 euro, per una detrazione massima complessiva di 30.000 euro ripartita su 10 anni.

Per questo tipo di intervento, non è più possibile usufruire dello sconto in fattura o della cessione del credito. Tuttavia, se l'installazione della pompa di calore è combinata con altri interventi per i quali è possibile usufruire del Superbonus, è possibile ottenere una detrazione fiscale fino al 70%.

Bonus casa al 50%

Il Bonus Casa consente di ottenere una detrazione del 50% delle spese sostenute per la sostituzione di un vecchio impianto con uno nuovo a pompa di calore, all'interno di un contesto di ristrutturazione edilizia.

Il limite massimo di spesa è stato elevato a 96.000 euro per unità immobiliare e la spesa andrà ripartita in 10 anni.

Il Bonus mobili, invece, è valido per l'acquisto di climatizzatori o condizionatori con pompa di calore di importo fino a 5.000 euro nel 2024.

Si sottolinea che il Bonus Casa è destinato esclusivamente alle persone fisiche soggette al pagamento dell'Irpef. Di conseguenza, questo beneficio non è esteso alle persone giuridiche, come società o imprese. Solo i contribuenti che sono tenuti al versamento dell'imposta sul reddito delle persone fisiche possono usufruire di questa agevolazione fiscale.

Superbonus 70% (ex 110%)

Nel 2024, l'aliquota è stata ridotta dal 90% al 70% e il Superbonus è applicabile esclusivamente per lavori svolti su condominii.

Si ricorda che per "condominii" si intendono anche gli edifici composti da 2 a 4 unità, anche se posseduti da un unico proprietario o in comproprietà tra più soggetti.

In certi casi, affinché si possa beneficiare dell'incentivo per l'acquisto di una pompa di calore, potrebbe essere necessario che l'installazione del generatore avvenga simultaneamente ad altri interventi edilizi, noti come "trainanti". Ad esempio, l'isolamento termico dell'edificio può essere considerato un intervento trainante.

Pertanto, l'installazione della sola pompa di calore potrebbe non essere sufficiente per ottenere il beneficio fiscale del 70%, ma deve essere abbinata ad altri interventi edilizi specifici.

Questa agevolazione fiscale è rivolta a persone fisiche, enti, case popolari e varie organizzazioni non profit che intendono effettuare interventi in edifici residenziali già esistenti e già dotati di un sistema di riscaldamento.

Conto termico

Il Conto Termico offre un incentivo variabile (fino al 65% della spesa) per la sostituzione dei vecchi impianti di climatizzazione con nuovi sistemi a pompa di calore, compresi quelli ibridi.

L'ammontare dell'incentivo è determinato da vari parametri, come le prestazioni della macchina e la zona climatica in cui viene installata.

L'incentivo viene erogato entro un periodo di due anni per gli impianti con potenza non superiore a 35 kW e di cinque anni per quelli di dimensioni maggiori, con una potenza massima di 1.000 kW.

Questa agevolazione è disponibile sia per la pubblica amministrazione che per i privati, inclusi individui, condominii e soggetti con reddito d'impresa o agrario.

Oltre agli incentivi governativi ed alle agevolazioni fiscali, esistono anche diverse soluzioni per affrontare i costi derivanti dall’installazione ex novo di una pompa di calore o dalla sostituzione di un impianto preesistente.

Ci riferiamo, infatti alle varie opzioni di finanziamento, come i prestiti a tasso agevolato o i programmi di leasing, le quali possono rendere più accessibili le pompe di calore ai consumatori, consentendo loro di diluire il costo iniziale su un periodo di tempo più lungo e pagare rate mensili più gestibili.

Pompa di calore: un acquisto ponderato e garantito con Vaillant

Come abbiamo potuto analizzare fino ad ora, il costo delle pompe di calore è influenzato dai vari fattori sopraelencati ma, proprio per far fronte alle diverse problematiche e agli ostacoli che possono presentarsi al momento dell’installazione dell’impianto, il nostro suggerimento è quello di affidarsi ad un esperto per valutare le svariate soluzioni disponibili in modo da ridurre il costo complessivo e rendere l’acquisto delle pompe di calore più accessibile.

A questo proposito, Vaillant offre una vasta rete di consulenti e centri autorizzati che possono affiancarti in tutte le fasi, dal preventivo, alla scelta della pompa di calore fino all’installazione. Vaillant mette inoltre a disposizione la possibilità di estendere la garanzia sulla pompa di calore fino a 7 anni con il suo programma Garanzia 7 All Inclusive, in modo da non doversi più preoccupare di malfunzionamenti, costi di chiamata e riparazione.

Investire in una pompa di calore ad alta efficienza energetica non solo può contribuire alla riduzione dell'impatto ambientale ma anche ridurre i costi operativi a lungo termine.

Hai bisogno di supporto? Contattaci

Non esitare a richiedere una consulenza gratuita e senza impegno. Un nostro consulente ti ricontatterà per fornirti tutti i chiarimenti necessari e per programmare un sopralluogo nella tua abitazione.

Argomenti correlati

Come funziona una pompa di calore

Funzionamento, struttura, efficienza, riscaldamento: tutto sulle pompe di calore.

Pompa di calore per termosifoni: come funziona?

Scopri il funzionamento di una pompa di calore con i termosifoni, i vantaggi e come massimizzare le prestazioni.

Trova la pompa di calore più adatta alla tua casa

Rispondi a poche domande e scopri la pompa di calore ideale per le tue esigenze di comfort.

Incentivi fiscali 2024

Tutte le informazioni per usufruire delle detrazioni fiscali e richiedere gli incentivi sulla sostituzione dei vecchi impianti