Questo sito utilizza cookie di profilazione per registrare e monitorare le preferenze dei visitatori e ottimizzare la navigazione dell'utente.I cookie sono file salvati temporaneamente sull’hard disk e identificano il computer, non la persona.Il sito può essere visualizzato anche negando il consenso all'utilizzo dei cookie, ma per sfruttarne a pieno le potenzialità consigliamo di accettare.

Accetta Rifiuta

Detrazione fiscale 65% e 50%
per riqualificazione energetica

Documentazione e procedura.

Per coloro che scelgono di sostituire la vecchia caldaia con una caldaia a condensazione Vaillant, per l'installazione di pannelli solari Vaillant o per interventi di sostituzione di impianti di riscaldamento con pompe di calore ad alta efficienza ed impianti geotermici a bassa entalpia Vaillant sono previste agevolazioni fiscali.

Per la riqualificazione energetica degli edifici è, infatti, prevista una detrazione del 65% degli importi a carico del contribuente, da ripartire in dieci quote annuali di pari importo.

NOVITA’

Il giorno 29 dicembre 2017 è stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale la LEGGE n. 205 del 27 dicembre 2017 recante “Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2018 e bilancio pluriennale per il triennio 2018-2020” (Legge di Bilancio 2018) .

Viene prorogata la detrazione IRPEF per l’efficienza energetica delle unità immobiliari considerate singolarmente nella misura del 65% o 50% per le spese sostenute fino al 31 dicembre 2018.

Per poter accedere alla detrazione fiscale del 65% è necessario installare una caldaia a condensazione appartenente almeno alla classe A e contestualmente, sistemi di termoregolazione evoluti appartenenti alle classi V,VI oppure VIII della comunicazione della Commissione 2014/C207/02 quali :

Classe V : Termostato ambiente modulante

Classe VI : Centralina climatica con sonda ambiente

Classe VIII : Centralina climatica con 3 o più sensori ambiente

Rimane l’obbligatorietà di installazione delle valvole termostatiche a bassa inerzia termica come previsto dal Decreto 19/02/2017 in attuazione della Legge 296/2006.

Attenzione!

E’ stata introdotta la riduzione della percentuale di detrazione al 50%, pur trattandosi sempre di un’agevolazione fiscale per risparmio energetico, per gli interventi di acquisto e messa in opera di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione con efficienza energetica almeno pari alla classe A, ( come previsto dal regolamento delegato UE n.811/2013 della Commissione, del 18 febbraio 2013) senza alcun obbligo di installare sistemi di termoregolazione evoluti.

La Legge di Bilancio 2018 non permette di usufruire della detrazione per risparmio energetico gli interventi di sostituzione di impianti di climatizzazione invernali con impianti dotati di caldaie a condensazione con efficienza energetica inferiore alla classe A.

Come fare?

Di seguito l’elenco dei documenti da conservare e qualche informazione utile per beneficiare della agevolazione ed avere così la documentazione completa ai fini della dichiarazione dei redditi.

Documentazione da inviare all’ENEA

Entro 90 giorni dal termine dei lavori (intendendo per termine dei lavori la data di collaudo delle opere) è necessario trasmettere all’ENEA, la scheda descrittiva dell’intervento effettuato (Allegato E al D.M. 19.02.07).

Documentazione da conservare

In caso di impianti di potenza nominale del focolare non superiore a 35 kW:

  • Scheda descrittiva dell’intervento (Allegato E al D.M. 19.02.07).
  • Ricevuta di invio tramite internet (con codice CPID) o la ricevuta della raccomandata postale all’Enea, che costituisce garanzia che la documentazione è stata trasmessa.
  • Asseverazione del costruttore della caldaia che attesti il rispetto dei requisiti di rendimento.
  • Asseverazione del produttore delle valvole termostatiche a bassa inerzia termica che attesti il rispetto dei requisiti, documento consegnato dalla ditta installatrice.
  • Le fatture o le ricevute fiscali comprovanti le spese effettivamente sostenute per la realizzazione degli interventi.
  • Copia del bonifico di pagamento delle fatture che riporta la seguente causale: “Sostituzione della caldaia con caldaia a condensazione. Intervento previsto dall’art.1 comma 347 Legge n° 296/06, Legge Finanziaria 2007 e 2008. Fattura n° XXXX del giorno-mese-anno. Codice fiscale del beneficiario della detrazione. Il numero di Partita IVA/Codice Fiscale del soggetto a cui si è effettuato il bonifico (ditta installatrice).”
    Se il richiedente è una persona fisica il pagamento può essere effettuato esclusivamente tramite bonifico bancario o postale.
  • Dichiarazione di Conformità rilasciata dalla ditta installatrice, completa di note e allegati obbligatori per poter essere ritenuta valida come Relazione tecnica semplificata. (D.Lgs. 192/05 ss.mm.ii.)

Visita il sito dell'Agenzia delle Entrate per approfondire l'argomento e scaricare la guida "Le agevolazioni fiscali per il risparmio energetico".

La Legge di bilancio 2018, inoltre, conferma la possibilità per il cliente di scegliere la cessione del credito ai fornitori che hanno effettuato gli interventi o ad altri soggetti privati, per far fronte più facilmente all’investimento.

La possibilità di optare per la cessione del credito ai fornitori che hanno effettuato gli interventi o ad altri soggetti privati, è stata estesa anche agli interventi di riqualificazione energetica effettuati sulle singole unità immobiliari.